Zuppa di Fagioli e Bieta alla Corese

Ingredienti per 2 persone:
– 100 gr di fagioli borlotti secchi (oppure un barattolo di borlotti lessati)
– 250 gr. (peso netto) di bieta
– 1 cipolla media
– 1 costa di sedano (senza sdegnare eventuali fogliette)
– olio
– sale
– passata di pomodoro

Svolgimento:
Lessare, dopo averli ammollati almeno 8 ore, i fagioli (se già lessi in barattolo sono pronti così). Soffriggere, in olio abbondante, cipolla e sedano tritati. Aggiungere la bieta tagliata a pezzetti e farla ammosciare. Unire 2 cucchiai di passata di pomodoro (non di più perchè la zuppa deve poi risultare marrone, non rossa) e il sale, far insaporire e unire i fagioli con la loro acqua di cottura (o di conserva, nel caso di fagioli in barattolo). Tenere sul fuoco mescolando e saggiando la salatura per almeno 20-30 minuti. Deve risultare una zuppa brodosa.

Consigli:
La si può mangiare tal quale o con crostini abbrustoliti, oppure nel modo seguente, che è quello dei contadini coresi:
Foderare una terrina capiente con fette di pane casareccio raffermo (o asciugato nel forno, o leggermente abbrustolito), versarvi la zuppa bollente, aspettare qualche minuto acciocchè il pane si imbibisca bene, sporzionare pane e zuppa e mangiare con una cipolletta fresca, “mozzicata” a ogni boccone. In mancanza di quest’ultima si può utilizzare una cipolla normale, usando le foglie del bulbo come piccoli cucchiai.

Stagione:
Tutto l’anno

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bieta, FAGIOLI. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Zuppa di Fagioli e Bieta alla Corese

  1. Fabio Lookdowns ha detto:

    Grandissima ricetta. La farò senza dubbio. Ma i dubbi mi assalgono. I Coresi sono gli abitanti di Passo Corese (perchè passesi non mi suona molto e passocoresi ancora meno)?
    Un applauso all’uso di parole perse dall’uso comuneu come ‘acciocchè’ e ‘imbibisca’. Mi fai venire fame solo a leggere. Grazie M.A., Fabio.

  2. Maria Antonietta ha detto:

    Grazie, Fabio, sei una meraviglia, anzi “maraviglia” per continuare con i termini desueti. Cori è un paese in provincia di Latina famoso per l’olio, il vino, le ciambelle scottolate, il tempio d’Ercole (che si trova su tutti i manuali d’arte rendendoci molto orgogliosi) nonchè i resti di un tempio a Castore e Polluce, nonchè, infine, importanti resti di mura ciclopiche.
    Ciao ciao
    M.A.

Dai, Lascia un Commento... :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...