Assemblea del 5/10/2013

1.Resoconto sui Conti
al 5 ottobre risultavano dei problemi di copertura delle donazioni. La causa, soprattutto, è stata che molte persone di fatto non erano più iscritte non pagando quindi la loro quota di partecipazione e nemmeno avvisando. Questo ha ritardato l’inserimento di altri gaabisti in lista e quindi l’ammanco si è accumulato. Dopo ampio dibattito,l’assemblea ha deciso di inserire una quota d’ingresso a fondo perduto per tutti i soci attualmente iscritti e per quelli che entreranno in futuro, di 5 euro a persona/famiglia. La quota va pagata da tutti i gaabisti una sola volta al loro ingresso. Quindi dai futuri nuovi gaabisti, ma anche da quelli attualmente iscritti.
Questa quota sarà un incentivo a non uscire dal gaabe una volta entrati e servirà a coprire quelle spese extra ed impreviste (vedi frigo acquistato lo scorso anno). Vi ricordo per esempio che acquistare i prodotti del mercatino Bio tramite il gaabe si ha uno sconto considerevole.
Inoltre è stata deciso di aumentare le quote trimestrali (vedi punto 2.)

2. Gestione quote trimestrali
Il Gaabe, oltre ad essere un Gruppo di Acquisto di Alimenti Bio ed Equosolidali, offre un lavoro part-time ad una persona per eseguire tutte le operazioni di prenotazione, ordine, composizione delle sportine, ritiro soldi, etc… La posizione è pagata con le donazioni che i gaabisti pagano trimestralmente. Se non ci fosse la persona al desk, tutte queste attività dovrebbero essere fatte a turno tra tutti i gaabisti, aumentando la partecipazione, ma diminuendone inevitabilmente il numero, in quanto non tutti sarebbero in grado di effettuare le varie operazioni.

Il costo minimo per coprire le spese (stipendio della persona, locali del Casale, appoggio su cc del Casale) è stato quantificato in 501 euro mensili. Nell’assemblea di dicembre 2012, visti gli ordini del 2012, erano state stabilite delle quote trimestrali di 18,24,30 euro rispettivamente per la quota ridotta, ordinaria, sostenitore. Abbiamo constatato che queste quote non sono sono sufficienti, e quindi l’assemblea ha deciso di aumentare di 3 euro a trimestre le quote ordinaria e sostenitore, lasciando invariata la quota ridotta, per venire incontro alle persone/famiglie con problemi economiciQuindi le quote a partire dal trimestre in corso (ottobre-dicembre) saranno di 18, 27, 33 euro rispettivamente per la quota ridotta, ordinaria, sostenitore. Si avvisano tutti i gaabisti di integrare la loro quota qualora non l’avessero già fatto.

3. Responsabili di prodotto
Non c’è stato tempo di discuterne, ma Remo che gestiva il parmigiano ha passato il testimone a Luca Missori, compagno di Dora Azzolini, che si era precedentemente offerto nella gestione.

4. Turni
Attualmente sono richieste 2 persone il sabato mattina per gestire la consegna delle sportine. Tuttavia si è ritenuto sufficiente lasciare 1 sola persona al sabato. Tutti i gaabisti devono fare un turno all’anno (siamo 60 circa…). Per i nuovi gaabisti ovviamente è meglio affiancare una persona che l’abbia già fatto, le operazione sono di completare le sportine mancanti, aiutare i vari gaabisti nel ritiro delle sportine, nonché pesare i prodotti fuori sporta ed per ultimo, importante, pulire e sistemare la stanza del gaabe a fine turno.

5. Freschezza dei prodotti
E’ importante che tutti i gaabisti inviino in mailinglist segnalazioni su prodotti non freschi o rovinati, oltre che farlo presente al desk. Se il numero di persone è rilevante, si provvederà a chiederne rimborso al fornitore.

6. varie ed eventuali

Annunci

Dai, Lascia un Commento... :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...