Assemblea del 3/10/2015

L’assemblea del GAABE si è svolta alla presenza di circa 20 persone, nella stanza ovale del Casale. Di seguito riportiamo i punti discussi e i relativi risultati di discussione:

GAABE-riunione

Una splendida panoramica della riunione del GAABE

1. Qualità prodotti ortofrutta: da molto tempo si discute circa la freschezza e qualità di alcuni prodotti, in particolare quelli recentemente inseriti de LA NUOVA ARCA. Alternative?
Si è deciso di provare i prodotti dei nostri amici di Barikamà, già fornitori dello yogurt, che di recente si sono certificati anche sugli ortaggi, che producono presso il terreno incontaminato del Casale di Martignano. Il test prevederà una serie di ordini, fino alla scelta definitiva tra Barikamà e La Nuova Arca., per evitare di danneggiare Casale Vecchio, i cui prodotti sembrano soddisfare le aspettative.

2. Pasta e Farina, Agnese chiede di essere sostituita alla guida di questo progetto, per una giusta alternanza agli ordini extra.
Il progetto viene recepito da Beth Ann Boyle, che ringraziamo.

3. L’affaire MOLINO CONTI: questo produttore è cambiato? Vende alla grande distribuzione? Discutere eventuali alternative.
Si è stabilito che essere presenti sul solo banco di Eataly Roma non costituisce una colpa sufficiente ad essere sostituito. Eataly a volte sceglie piccoli produttori locali.

4. Aumento Affitto locali del Casale del Podere Rosa.
Si è parlato della situazione economica sensibilizzando gli iscritti al GAS sulle difficoltà attuali del Casale. Si è fatto cenno alla giornata di raccolta fondo che verrà ufficializzata a breve.

5. Confronto su ruolo di Laura nella valutazione/rifiuto dei prodotti.
Si è deciso che Laura potrà continuare a lasciare i prodotti che reputa non ottimali dentro la sportina, nell’ottica di non sprecare nulla per quanto più possibile. Sarà però sua responsabilità diretta, se reputa un prodotto non all’altezza, chiedere subito il rimborso al produttore, anche prima delle segnalazioni dei gaabisti. Questo velocizza il procedimento di richiesta di rimborso e sensibilizza il produttore a fornire prodotti freschi.

6. Per la frutta: se possibile quando c’è il mercato (primo e terzo sabato del mese) fare l’ordine mele da Nibbi che è azienda bio partecipante al mercato e di comprovata ‘certificazione bio’.
Laura già ordina le mele di questo produttore e continuerà a farlo.

7. Due parole sull’ordine Fishbox e eventuale call con Daniele per rispondere ai nostri quesiti.
La call non è stata fatta. Si è deciso per ora di continuare, ma ci riserviamo di approfondire la questione relativa a certificazioni di ecosostenibilità e barche incaricate della pesca da cui Fishbox si rifornisce. Bisognerà confrontarsi di nuovo con il Casale per capire se è concesso posizionare le cassette dentro il Casale, appurato che non sporcano.

8. Bergamotto di Milvia.
Per ora si è deciso di aspettare e di non accogliere la richiesta di ingresso al GAABE di questo nuovo produttore, presente durante il mercatino al Casale. Aprire un ordine per il solo bergamotto sembra un po’ scomodo e complesso, per un prodotto così di nicchia che è comunque disponibile al mercato.

9. Esenzione turno obbligatorio.
Al pari di chi è impossibilitato da motivi oggettivi, si è deciso di esentare dal turno obbligatorio alle consegne sportine tutti i responsabili di progetti extra. Chiaramente non è impedito ai responsabili di fare il turno, solo non è più obbligatorio.

Annunci